panorama

GeneoStoriaFavara

Stemma civico del Comune di Favara

Profilo e finalità

Home

contatto

Genealogia dei Favaresi

- emigrazione -

Memorie storiche

Curiosità storiche

Etimologia del dialetto

Album delle memorie

Dominazioni e re di Sicilia

Artisti siciliani

Vescovi della Diocesi Agrigentina

 

Blasone e gonfalone

Date memorabili

Agnello Pasquale

Civiltà scomparse

Centro storico

Castello Chiaramonte

Chiese, conventi, etc.

Famiglie e dimore storiche

Personaggi

Feste e tradizioni popolari

Fonti e bevai

Bambini proietti e ruota

Ospedali

Carceri

Sepolture e cimiteri

Macello

Biblioteca e museo

Edicole, croci, epigrafi, etc.

Prime scuole di Favara

Ferrovia

Colera morbus 1866-1867

Guerre

 

Sindaci dal 1819 al 1946

Medici dal XVI al XX sec.

Notai dal XVI al XX sec.

Religiosi dal 1600 al 1800

Arcipreti dal XVI sec. ad oggi

Delinquenti

 

 

Carmelo Antinoro © 2008

 

 

BLASONE E GONFALONE

di Carmelo Antinoro

 

Stemma del Comune di FavaraL’attuale simbolo del Comune di Favara (castello moresco sopra uno sperone roccioso, con sottostante sorgente d’acqua) è stato coniato fra la fine del mese di agosto ed il mese di settembre 1883, in sostituzione di quello raffigurante la casa reale, riportato nella carta stampata di tutti gli Enti statali.

Con delibera di Giunta municipale del 30 ottobre 1886 venivano dettate norme sul gonfalone:

a) doveva stare depositato nella sala del Consiglio Comunale;

b) in caso di utilizzo doveva essere portato dal messo comunale più anziano accompagnato da due guardie municipali in grande tenuta;

c) previa delibera di Giunta doveva farsi uso del gonfalone solo nei seguenti casi:

nelle solennità in cui sarebbe intervenuto ufficialmente il Consiglio o la Giunta Municipale;

in occasione di feste sanzionate dal Parlamento o di feste civili e cittadine;

in occasione di onoranze funebri per la morte:

di chi aveva sostenuto la carica di Sindaco del Comune;

di chi si trovava a ricoprire la carica di consigliere comunale;

del Pretore, Vicepretore e Conciliatore;

d) l’uscita del gonfalone doveva essere indicato con rintocchi di campana dell’orologio del Comune.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Geneo Storia Favara