panorama
GeneoStoriaFavara

Stemma civico del Comune di Favara

Profilo e finalità

Home

contatto

Genealogia dei Favaresi

- emigrazione -

Memorie storiche

Curiosità storiche

Etimologia del dialetto

Album delle memorie

Dominazioni e re di Sicilia

Artisti siciliani

Vescovi della Diocesi Agrigentina

 

Archivio curiosità

01

02

03

04

05

06

 

Annuario di Favara, anno 1905
Poesie di un bambino al padre carcerato
Dall'assedio di Famagosta a Favara
L'omicidio Micari
A strata nova
Antica pescheria
Massoneria a Favara fra il XIX e XX sec.
Leonardo Sciascia e Favara
Il Milite Ignoto ha un nome
Scomparso in mare
Il piccolo attore Ciccio Iacono
Il s.tenente Giuseppe Cirielli
Luca Conoci vittima della ferocia umana
---
---

 

 

Carmelo Antinoro © 2008

 

 

Scomparso in mare

di Carmelo Antinoro

 

All'alba del 5 agosto 1933, intorno alle 5,00 quando la nave "Città di Palermo" era in prossimità del porto di Napoli si presentava al capitano Francesco Matarazzo un cameriere con due passeggeri, dichiarando di aver trovato in abbandono, sull'estrema prua, una giacca ed un cappello di paglia. Nella tasca interna della giacca la carta d'identità appartenente a Marotta Innocenzo di Gerlando nato il 30 aprile 1902 a Favara, celibe, di professione barbiere, residente a Casteltermini, via Regina Margherita n. 15. Le ricerche effettuate per rintracciare il passeggero, ripetute per tre volte, anche dopo ormeggiata la nave, risultarono vane e poiché risultava che il Marotta si era effettivamente imbarcato a Palermo, ne veniva dichiarata la scomparsa in mare.

Dagli atti dello stato civile risulta che Innocenzo era figlio di Gerlando e Marianna Pullara, residenti in v. bersagliere Urso a Favara.

 

Nave "Città di Palermo"

Nave "Città di Palermo" in partenza da Palermo nel 1935

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Geneo Storia Favara