panorama
GeneoStoriaFavara

Stemma civico del Comune di Favara

Profilo e finalitÓ

Home

contatto

Genealogia dei Favaresi

- emigrazione -

Memorie storiche

CuriositÓ storiche

Etimologia del dialetto

Album delle memorie

Dominazioni e re di Sicilia

Artisti siciliani

Vescovi della Diocesi Agrigentina

 

Archivio curiositÓ

01

02

03

04

05

06

 

Primo cinematografo a Favara
Miracolo clandestino di S. Calogero
Ambrosini e il pesce di Aprile
Esordio della Democrazia Cristiana
Il giusto nome della villa liberty
I pappagalli di donna Momma
Visse un ricco spagnolo
Ammoniti di 200 milioni di anni
Via P. Belmonte da correggere
La cisterna dei morti di colera
Il cimitero sotto la madrice
Reliquie sante al Purgatorio
Accadde a Gioacchino La Lomia
I figli di nessuno
Assassinio nella madrice

 

 

Carmelo Antinoro ę 2008

 

 

Il primo cinematografo a Favara

di Carmelo Antinoro

 

Risale al 4 maggio 1906 il primo cinematografo mobile a Favara. Era un grosso carrozzone, come un vagone tirato da tre robusti muli, con tettoia di lamiera metallica e dentro una caldaia a vapore. Per la prima volta questo spettacolo, vero trionfo della scienza moderna, arrivava in Favara. Ha preso stanza in fondo alla piazza Cavour su concessione del Comune, per 4 lire al giorno, tra le chiese del Purgatorio e del Rosario, dove, per l’occasione venne eretto un grosso padiglione in legno da parte di Marrone. Sotto la direzione del pittore adornista Calogero Cascio, venne dipinta la facciata di tavole del cinematografo.

Il popolino non comprendeva il magistero tecnico e scientifico di quelle apparecchiature e accorreva spinto dalla curiositÓ.

        Quando giunse l'ora della proiezione la popolazione venne avvisata con fischi simili a quelli lanciati dalla locomotiva e dalla sirena dei piroscafi.

A tutti piacque questo nuovo divertimento procurato dalla scienza; anche le donne affluirono.

Il cinematografo lev˛ le tende al nascere del sole del 21 maggio. Sarebbe rimasto ancora a Favara, ma Marrone, aveva promesso l’uso della struttura ad una compagnia di operetta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Geneo Storia Favara