panorama
GeneoStoriaFavara

Stemma civico del Comune di Favara

Profilo e finalità

Home

contatto

Genealogia dei Favaresi

- emigrazione -

Memorie storiche

Curiosità storiche

Etimologia del dialetto

Album delle memorie

Dominazioni e re di Sicilia

Artisti siciliani

Vescovi della Diocesi Agrigentina

 

Archivio curiosità

01

02

03

04

05

06

 

Suicida per amore o spavalderia
Papa Giovanni XXIII a Favara
Il falso blasone dei Fanara
"Sì, sarà vostra moglie"
Atto di obbedienza del Comune
Suppliche di una donzella al padre
Sposata per forza
Primavere che non verranno più
Ucciso a furor di popolo
Nomignoli dal "500 al "900
A Piana Traversa come sul Milvio
La nevicata del "56
Scintille di ricordi
La lapide nel posto sbagliato
La caffetteria Umberto

 

 

Carmelo Antinoro © 2008

 

 

Papa Giovanni XXIII a Favara

di Carmelo Antinoro

 

Papa Giovanni XXIIIMons. Giuseppe Roncalli (1881-1963 -  eletto Papa Giovanni XXIII il 28-10-1858) l'11 maggio 1923, si è recato nella città di Agrigento e ad accoglierlo alla stazione c'era mons. Antonio Sutera (1878-1948), rettore del Seminario agrigentino (dal 1918 al 1928).

Il giorno successivo dovendo rientrare a Roma, il canonico Sutera  volle accompagnare mons. Roncalli fino a Caltanissetta e, passando per Favara, insieme si fermarono in via Umberto, 119 (abitazione di mons. Sutera), per prendere un caffé ed assaggiare l'agnello pasquale (dolce tipico favarese di mandorla e pistacchio) preparato da suor Concetta Lombardo del Collegio di Maria.

 

Notizie fornite dal dott. Antonio Sutera, pronipote del citato mons. Sutera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Geneo Storia Favara