panorama
GeneoStoriaFavara

Stemma civico del Comune di Favara

Profilo e finalità

Home

contatto

Genealogia dei Favaresi

- emigrazione -

Memorie storiche

Curiosità storiche

Etimologia del dialetto

Album delle memorie

Dominazioni e re di Sicilia

Artisti siciliani

Vescovi della Diocesi Agrigentina

 

Archivio curiosità

01

02

03

04

05

06

 

Suicida per amore o spavalderia
Papa Giovanni XXIII a Favara
Il falso blasone dei Fanara
"Sì, sarà vostra moglie"
Atto di obbedienza del Comune
Suppliche di una donzella al padre
Sposata per forza
Primavere che non verranno più
Ucciso a furor di popolo
Nomignoli dal "500 al "900
A Piana Traversa come sul Milvio
La nevicata del "56
Scintille di ricordi
La lapide nel posto sbagliato
La caffetteria Umberto

 

 

Carmelo Antinoro © 2008

 

 

La lapide di Guarino nel posto sbagliato

di Carmelo Antinoro

 

Lapide di Gaetano GuarinoDa una storiella scandalosa, alle ore 8,35 del 16 gennaio 1902 è nato Gaetano Guarino (Turillo gli ha voluto dare lo stesso nome del padre).

Dopo centouno anni dalla nascita, l'Amministrazione comunale, con in testa il sindaco, a suon di grancassa ha voluto ricordare l'evento con una epigrafe in marmo collocata su un'abitazione abbandonata di via Castello.

A perenne memoria l'Amministrazione nel 2002 ha voluto lasciare una testimonianza d'affetto nei confronti del dott. Gaetano Guarino che, da sindaco socialista di Favara, per la sua grande onestà, ha pagato il suo tributo di sangue la sera del 16 maggio 1946. Iniziativa lodevole, ma con una nota stonata: Gaetano Guarino non è nato nella casa su cui è stata apposta l'epigrafe, ma  nella casa sita in piazza Garibaldi, n. 250, come si rileva dagli atti dell'Ufficio anagrafe del Comune di Favara.

Sulla scorta di quanto detto, se la lapide su quella casa risulta fuorviante per la perenne memoria, è giusto tenerla in quel posto?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Geneo Storia Favara